fbpx

Il morso crociato (o cross bite): che cos’è? Il morso crociato è la condizione in cui i denti inferiori sono all’esterno rispetto a quelli superiori.

Il morso crociato può riguardare un solo lato della bocca o entrambi e può essere anteriore o posteriore. Può riguardare un solo dente o più denti. Può riguardare denti da latte o permanenti.

A prescindere dalla tipologia di morso crociato esso va corretto con tempestività.

Il morso crociato costringe la bocca, tutti i muscoli e l’articolazione temporomandibolare a lavorare in modo scorretto e asimmetrico danneggiando innanzitutto il tessuto di supporto del dente in cross e, nel caso del paziente in crescita, alterando il normale accrescimento del viso.

In presenza di morso crociato anche mantenere l’igiene dentale è più difficile: il numero di carie e gengiviti è più alto.

Morso crociato o cross-bite Morso crociato o cross-bite

Le cause del morso crociato

Molto spesso il morso crociato è causato dal palato stretto o da uno scivolamento laterale o anteriore perché alcuni denti toccano prima ed il paziente, per poter masticare, trova una posizione diversa che risulta però essere dannosa per il parodonto, per l’articolazione temporomandibolare e per tutta la muscolatura di collo e viso.
La causa va individuata e corretta al più presto in modo tale che il paziente abbia la possibilità di chiudere in modo incondizionato, simmetrico e centrale, con i denti superiori che coprono la metà dei denti inferiori e le linee mediane centrate.

Come correggere il morso crociato

La modalità di correzione (e risoluzione) del morso crociato dipende dalla causa che lo ha generato ma anche se esso riguarda uno o più denti, se anteriore o posteriore, se adulto o bambino.
Ciò che conta è la tempestività della correzione perché il morso crociato rappresenta di certo un’urgenza in campo ortodontico.
Tra i piccoli pazienti occorre intercettarlo subito in modo tale che, con la crescita, il recupero dell’asimmetria sia possibile al 100%. Diagnosticare un morso crociato in fase tardiva, col paziente a fine crescita, spesso vuol dire non recuperare la regolarità del viso e danneggiare in modo irrimediabile i denti coinvolti.

Vuoi maggiori informazioni? Chiamaci allo 085 9493 573 oppure al 371 3919519.

Condividi questo articolo su: